Informativa

Soggetto che eroga il servizio e peculiarità

DI FACILE è una piattaforma digitale attraverso la quale l’Avv. Corrado Blandini del Foro di Milano eroga, insieme ai colleghi e collaboratori operanti sotto la sua direzione e responsabilità, un servizio di assistenza legale giudiziale nella fase monitoria della procedura di recupero crediti.

Attraverso DI FACILE il Cliente ha la possibilità di eseguire con modalità esclusivamente digitali le seguenti attività:

  • affidare ai professionisti di DI Facile l’incarico di procedere al deposito di un ricorso per decreto ingiuntivo per un credito scaduto, liquido ed esigibile in relazione al quale il debitore abbia omesso illegittimamente il pagamento dovuto;
  • trasmettere i dati inerenti all’identità del debitore ed i documenti comprovanti il credito necessari ad usufruire del servizio meglio descritto nella presente informativa;
  • monitorare autonomamente gli aggiornamenti relativi a ciascuna pratica, attraverso la consultazione della piattaforma.

Descrizione del Servizio

Nello specifico, il servizio viene erogato e funziona con le seguenti modalità:

  1. il Cliente si registra sulla piattaforma fornendo i dati necessari alla sua corretta identificazione e accettando le condizioni contrattuali inerenti al servizio, ivi incluso l’obbligo di corrispondere un contributo per l’utilizzo di un account riservato e della piattaforma nella misura di Euro 125,00 IVA inclusa per ogni anno o porzione di anno di sfruttamento del servizio (c.d. “Contributo di Attivazione”);
  2. entro 48 ore dalla registrazione (o, se non contestuale, dalla ricezione del pagamento del Contributo di Attivazione), verrà attivato l’account dedicato al Cliente ed il Cliente potrà accedere alla propria Area Riservata sulla piattaforma;
  3. effettuato l’accesso, il Cliente potrà iniziare ad operare sulla piattaforma e creare una nuova pratica, inserendo i dati relativi ad un credito in relazione al quale intende richiedere il deposito di un ricorso per decreto ingiuntivo;
  4. la creazione di una nuova pratica richiede l’inserimento di alcuni dati e il caricamento sulla piattaforma di alcuni documenti, secondo le istruzioni che verranno fornite al Cliente dalla piattaforma;
  5. quando il Cliente avrà completato l’inserimento e/o il caricamento dei dati e dei documenti richiesti dalla piattaforma, ed effettuato il pagamento del corrispettivo dovuto per il servizio (per il cui calcolo si rimanda alla Tabella dei Costi), verrà sbloccata l’apposita funzione “Richiedi il deposito del ricorso”;
  6. i professionisti di DI Facile provvederanno, entro le successive 48 ore, ad effettuare un controllo dei dati e dei documenti inseriti nonché a predisporre e depositare il ricorso richiesto, dandone poi informativa al Cliente attraverso la piattaforma DIFACILE; laddove dal controllo dovesse risultare la necessità di chiarimenti o di ulteriore documentazione, nello stesso termine di 48 ore e con le medesime modalità, il Cliente verrà ricontattato;
  7. effettuato il deposito, sarà necessario attendere che il Tribunale competente emetta un provvedimento sul ricorso presentato;
  8. ricevuta dal Tribunale la comunicazione di avvenuta emissione del decreto ingiuntivo, i professionisti di DI Facile provvederanno agli adempimenti necessari al perfezionamento della sua notifica al debitore, dandone poi comunicazione al Cliente attraverso la piattaforma DI FACILE;
  9. effettuata la notifica occorrerà attendere il decorso dei 40 gg che la legge concede al debitore per proporre opposizione contro il decreto ingiuntivo ricevuto (vale a dire per contestare il credito e iniziare una causa ordinaria);
  10. nel caso in cui venga presentata opposizione, i professionisti di DI Facile informeranno prontamente il Cliente affinché questi possa organizzare la propria difesa nel giudizio di merito promosso dal debitore;
  11. nel caso in cui il debitore non dovesse presentare opposizione, il Cliente sarà prontamente informato e, dietro sua espressa richiesta, provvederà a depositare in Tribunale la richiesta di emissione di provvedimento di mancata opposizione e di esecutorietà del decreto ingiuntivo.

Il costo del servizio: cosa è incluso e cosa è escluso

Il corrispettivo per ogni pratica, versato dal Cliente alle condizioni indicate nella sezione Tabella dei Costi (incluse quelle di cui al paragrafo “nota bene), remunera tutte le prestazioni professionali e le spese inerenti alle attività elencate nella sezione “Descrizione del Servizio”.

Viceversa, sono esclusi i compensi, le spese e gli oneri di legge:

  • per le eventuali attività di negoziazione con i debitori e/o per la redazione di accordi transativi;
  • per l’eventuale esecuzione forzata del Decreto Ingiuntivo in caso di mancato pagamento spontaneo del debitore;
  • per l’eventuale assistenza nella causa di merito instaurata dal debitore mediante opposizione al decreto ingiuntivo.

Tali attività saranno eventualmente quotate, di volta in volta, in caso di espressa richiesta del Cliente.

Caratteristiche e limitazioni del servizio

Attraverso DI FACILE viene erogato un servizio professionale tradizionale (l’assistenza legale nella predisposizione, nel deposito e nella notifica di un ricorso per decreto ingiuntivo) con innovative modalità digitali.

In ragione delle peculiari modalità di erogazione, attualmente il servizio è disponibile soltanto in alcuni casi e ad alcune condizioni, che lo differenziano dal servizio tradizionale e spiegano anche il diverso costo.

Principali limitazioni

Il servizio è fruibile soltanto da società di persone e di capitali che esercitano un’attività commerciale e abbiano un credito certo liquido ed esigibile di almeno Euro 5.000 scaduto da oltre 30 giorni, derivante dalla fornitura di beni o dalla prestazione di servizi a favore di un debitore che, a propria volta, sia costituito nella forma di una società di persone o di capitali.

È anche richiesto che:

  • il legale rappresentante del Cliente sia in possesso di dispositivo di firma digitale;
  • il Cliente si sia procurato un estratto autentico notarile del registro IVA vendita nelle pagine ove compare la/e fattura/e non pagate;
  • il Cliente abbia verificato che il debitore possiede una casella PEC attiva.

Inoltre, poiché la modalità di erogazione digitale impone, allo stato, alcune standardizzazioni e automazioni, non risulta possibile procedere ad alcune delle consuete attività professionali, quali ad esempio:

  • la verifica circa l’inesistenza di clausole contrattuali che derogano alla competenza del Tribunale (clausola di scelta del foro, clausola di arbitrato o di conciliazione, etc…), che dunque deve essere dichiarata dal Cliente al momento del caricamento dei dati della pratica;
  • la verifica puntuale del Foro competente, che dunque deve essere individuato dal Cliente in base ad alcune istruzioni e chiarimenti presenti sulla piattaforma;
  • la verifica circa l’eventuale avvenuta percezione di acconti sulle fatture che vengono azionate monitoriamente e la loro imputazione convenzionale al capitale o gli interessi e le spese, che dovranno essere dichiarati dal Cliente al momento del caricamento dei dati della pratica;
  • la verifica circa l’esistenza o meno delle condizioni per la concessione di provvisoria esecutorietà (es. credito fondato su cambiale o assegno, riconoscimento scritto del debito da parte del debitore; etc.), che dunque dovrà essere eventualmente dichiarata e documentata dal Cliente al momento del caricamento dei dati della pratica.

PER OGNI ALTRA INFORMAZIONE SI RIMANDA ALLE ALTRE PAGINE DELLA PIATTAFORMA OVVERO ALLA DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE SOTTOSCRITTA NEL MOMENTO DELLA REGISTRAZIONE E DELLA CREAZIONE DI UNA NUOVA PRATICA.

IL NOSTRO TEAM RESTA A COMPLETA DISPOZIONE PER FORNIRE EVENTUALE SUPPORTO O CHIARIMENTI AI RECAPITI INDICATI NELLA SEZIONE “CONTATTI”.

Milano, febbraio 2019

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
Consulta la sezione Informativa oppure Contattaci